AGENZIA ENTRATE: PUBBLICITA' INGANNEVOLE?

Breve post per segnalare, in riferimento a quello che sembrerebbe essere un mio chiodo fisso, il 730 precompilato, una situazione da condannare.
Premetto che non sono assolutamente contro la semplificazione fiscale vera, ben venga la possibiltà per il contribuente di potersi fare i suoi affari fiscali da solo, di fronte al proprio pc, senza l'intervento di operatori esterni.
Ma qui stiamo parlando di un'altra cosa.
Si spaccia per semplificazione ciò che non lo è.
E non solo.
Breve ripasso: nel 730 precompilato, che il cittadino può compilare autonomamente nella propria area riservata, NON saranno precaricate tutte le spese detraibili/deducibili. Anzi.
Ricordiamo che ci saranno soltanto gli interessi passivi sul mutuo per abitazione principale i contributi previdenziali e le assicurazioni sulla vita detraibili.
Tutte le altre spese non saranno precaricate dal sistema. Dovranno essere inserite direttamente dall'utente
E mi riferisco alla stragrande maggioranza delle spese: (visite mediche, scontrini farmacie, ristrutturazioni,erogazioni ad Onlus etc. etc.)
Ora attenzione:
nel caso in cui i dati automaticamente presenti nella dichiarazione precompilata non vengano integrati dal contribuente, la normativa prevede che l'Agenzia non effettuerà il controllo formale degli oneri. Il controllo verrà invece effettuato nel caso in cui il contribuente modifichi i dati presenti nel sistema (ad esempio inserendo le spese mediche).
Veniamo al dunque. Lo spot che l'agenzia ha predisposto (spot 730 n.2) inizia con un allegro settantenne che sta sistemando le proprie "ricevute" dopo avere compilato il modello 730. La figlia, che ha studiato tanto, lo rimprovera e gli chiede? - Ma c'erano già tutte le ricevute? (nel modello). Lo hai accettato senza modifiche? -  Il padre risponde di sì. La sapientona replica invitandolo a gettare tutte le ricevute perchè l'agenzia non gliele potrà richiedere. E' ingannevole? Quali ricevute potrà mai avere avuto il simpatico pensionato?
Interessi su mutui? Non penso. Contributi previdenziali? Neppure, è in pensione. Assicurazione sulla vita? Mah!
Ha un sacco di ricevute sulla scrivania, vuoi vedere che c'erano anche spese sanitarie? E allora tali spese non potevano essere già incluse nel precompilato.
In tal caso gli scenari possibili sono tre:
  1. Le spese sanitarie le ha inserite direttamente il pensionato ed allora è FALSO che possa gettarle perchè l'Agenzia potrà effettuare il controllo richiedendole e, nel caso fossero state distrutte, recuperare le maggiori imposte con le sanzioni.
  2. Il simpatico pensionato, pur avendo la figlia sapientona, non ci ha capito nulla, ha inserito le spese sanitarie e poi si è confuso tra accettazione senza modifiche e con modifiche, cosa che accadrà a tanti. Sopratutto se dallo spot passa il messaggio che TUTTE le ricevute possono essere gettate.
  3. Il pensionato non ha integrato i dati del precompilato, in tal caso non capisco cosa siano tutti quei documenti (ricevute di che?) presenti sul tavolo.
La confusione dei dettagli regna.
Per capirci: passano due messaggi ingannevoli, rischiando di mettere il contribuente inconsapevole nella spiacevole situazione di dovere pagare sanzioni e maggiori imposte da un lato e, dall'altro, di pensare che tutte le spese (anche quelle sanitarie) saranno già incluse, invitandolo a confermare il modello tout court.
Leggo la definizione di pubblicità ingannevole:  qualsiasi pubblicità che in qualunque modo, compresa la sua presentazione, sia idonea ad indurre in errore le persone fisiche o giuridiche alle quali è rivolta o che essa raggiunge e che, a causa del suo carattere ingannevole, possa pregiudicare il loro comportamento economico...
Non so se ci siano gli estremi per una denuncia all'Antitrust  o ad altri enti.
Io segnalo.
Mi sono stancato di certe imprecisioni da parte di chi dovrebbe stare dalla parte del cittadino e dire la verità. Semplicemente.

Se vi interessa come la penso sulla questione 730 potete rileggervi questo post. 730 precompilato, perchè?

Commenti

Post più popolari